COME CREARE CONTENUTI VIRALI?

A Data-Driven Guide to Creating Viral Content [Infographic]

Con la moltitudine di messaggi diffusi sul web, è sempre più difficile creare contenuti che conquistino l’interesse degli utenti al punto da “contagiarli” e farli diventare loro stessi ambassadors di aziende e prodotti.

Ecco alcuni consigli per creare contenuti virali:

Capire i trucchi:

È fondamentale dare un’occhiata ai siti che registrano migliaia di visite al giorno per studiare lo stile dei titoli e come propongono le immagini.

Pianificare con attenzione:

Rendere il contenuto virale richiede una pianificazione accurata. Bisogna fare una ricerca sul proprio target e trovare il momento e il giorno giusto in cui pubblicarlo. Il format con cui viene divulgato il contenuto è molto importante, deve essere di impatto.

Raccogliere informazioni:

Il pubblico vuole la prova di ciò che viene detto. Se il messaggio contiene informazioni concrete e reali, allora il contenuto diventerà credibile e condivisibile. Più documentata sarà la strategia, maggiore sarà la possibilità di risultare autorevoli.

Conoscere bene il proprio scopo:

Perché si sta creando un contenuto virale? La vostra strategia documentata deve includere anche il vostro scopo. Ricordate, quanto più chiaro si è sul proprio scopo più si sarà in grado di fare leva sul contenuto.

Suscitare emozioni:

Neil Patel rivela in uno dei suoi blog che il contenuto che ha il potere di suscitare emozioni ha più probabilità di diventare virale. Il contenuto che evoca meraviglia, stupore, felicità, sorpresa o umorismo diventa immediatamente condivisibile. Il contenuto può consistere in un’immagine/foto, un video che racconti una storia vera, di impatto, emozionante che valga molto più di mille parole e susciti infinite emozioni.

Essere Positivi:              

I contenuti che suscitano sensazioni positive hanno più possibilità di diventare virali. La maggior parte dei lettori condivide contenuti che mettono di buon umore.

Contenuti utili:

Non  importa che tipo di contenuto si abbia intenzione di creare ma gli utenti lo condivideranno facilmente se lo riterranno utile. Bisogna assicurarsi che il contenuto miri a suggerire una soluzione ai problemi del target di riferimento.

Costruire una storia vera:

Inc.com rivela che lo storytelling  è il modo migliore per distinguersi in un mercato sempre più competitivo. Per attirare l’attenzione e l’interesse degli utenti è utile presentare il messaggio sotto forma di una storia e non in maniera ordinaria. Ha senso costruire una storia perfetta intorno al marchio, al prodotto e ai servizi per catturare l’attenzione dei vostri utenti.

Essere interattivi:

I contenuti interattivi sono quelli che più velocemente diventano virali. Essi garantiscono un’esperienza più personalizzata e memorabile per gli utenti. Infatti, un articolo pubblicato a Designhill.com rivela che le aziende devono sfruttare i contenuti interattivi per aumentare il traffico del sito, l’engagement , la lead generation, la conversione e l’acquisizione di nuovi clienti. Quindi, per rendere virali i contenuti, divulgarli sottoforma di quiz, infografiche interattive, micrositi può aiutare molto.

Social Buttons:

Poiché la veloce condivisione dei contenuti è essenziale per farli diventare virali, è fondamentale aggiungere i pulsanti social media da qualche parte sul proprio sito. Bisogna capire bene dove collocarli e posizionarli in modo tale da assicurare una condivisione effettiva del proprio blog.
 

Far diventare un contenuto virale è un compito davvero difficile, ma questi suggerimenti possono essere davvero molto utili ed efficaci.

 

Fonte:

www.digitalinformationworld.com

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>