Chiude Interview: la famosa rivista della cultura pop fondata da Andy Warhol


andywarholmuseuminterviewdisplay
Si è chiuso un capitolo di storia del giornalismo: Interview, la famosa rivista di arte, moda, intrattenimento e cultura pop del centro di New York fondata da Andy Warhol nel 1969, ha chiuso.

La rivista era di proprietà di Peter Brant, un collezionista d’arte miliardario, che ha acquisito la rivista nel 1989. La sua chiusura arriva dopo mesi di disordini, tra cui personale bloccato come parte della controversia in affitto, una causa intentata da un ex direttore editoriale sul retro paga e le dimissioni di un direttore di alta moda accusato di cattiva condotta.

Al suo apice, Interview è stata soprannominata “La Sfera Di Cristallo Del Pop” e virtualmente definita l’era di Manhattan caratterizzata dalla fabbrica di Warhol di superstar e socialite d’avanguardia, la decadenza uptown di Studio 54 e la scena punk del CBGB e del Mud Club.

Le interviste di Warhol con le persone venivano invariabilmente pubblicate in un’intima forma di domande e risposte, con soggetti incoraggiati a riff sulle minuzie delle loro vite, come quello che avevano per colazione. Successivamente, sotto la direzione di Bob Colacello e poi di Ingrid Sischy, la rivista si trasformò in una pubblicazione di cultura pop più coerente.

Ma era anche una parte fondamentale della pratica artistica di Warhol, con gli editori diretti a mettere mogli alla moda e fidanzate di ricchi uomini d’affari sulle copertine di Interview; i loro partner potrebbero quindi essere indotti ad acquistare la serigrafia delle donne dallo studio di Warhol.

Quell’ingegnoso concetto di business finì con la morte di Warhol nel 1987, anche se l’Interview non perse mai completamente il suo margine all’interno della folla. Eppure, negli ultimi anni, mentre la pubblicazione di riviste in stampa ha perso la redditività commerciale, l’intervista si concentrava più sulla moda e divenne una vetrina per fotografi, art director e stilisti.

La perdita di Interview arriva meno di un anno dopo che un altro famoso titolo del centro cittadino, Village Voice, ha chiuso la sua edizione cartacea per passare al solo digitale. Ma nei suoi giorni di gloria, poca raffinatezza conferita come appare sulla copertina di Interview, poi chiamata InterVIEW di Andy Warhol. L’artista penzolava la promessa di una copertina come una scintillante bacchetta sulla società del centro.

Fonte:  https://www.theguardian.com/artanddesign/2018/may/21/andy-warhol-interview-magazine-closes?CMP=share_btn_tw 

NEWS FROM THE NETWORK

LAVORI IN CORSO

CASE HISTORY

ABOUT

Il Blog dove parleremo di tecnologie, case history, strumenti e idee per rendere i brand più coinvolgenti. L’essere umano ha sempre avuto l’urgenza di comunicare: nostro obbiettivo quello di accompagnare i nostri clienti all’interno di questo processo naturale. Partecipate anche voi alle discussioni. Se siete blogger e volete collaborare, scriveteci, vogliamo sentire la vostra voce.

The-meaning-of-the-communication

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>